Per soglie d’increato (II)

colma la mano
nel buio della voce
e riportala, satura di ferite,
fino alle labbra, al vuoto
lasciato dalla prima
silllaba

Continua a leggere

Annunci